lunedì 22 dicembre 2014

Finalmente Yule -Primi Approcci


Questo, da quando ho iniziato ad affrontare in modo più pratico il mio cammino, è il sabba che più aspettavo. Quando mi decisi ad affrontare di petto il fatto che dovevo metterci anche le mani e il coraggio, oltre che il cuore e la testa, per scoprire e venerare come è giusto che sia il Dio e la Dea, ho subito affrontato in modo molto naturale uno dei problemi (per così dire) che molte streghe hanno, e cioè il doversi relazionare anche con un Dio.
Uno dei motivi principali per cui ho capito che il cristianesimo non faceva per me è stato, oltre la terribile mancanza di sentimento, il non poter avere un confronto con la deità femminile. Scoprire una Madre fatta di terra fertile, di venti oscuri, di risvegli dolci e notti euforiche è stato per me come poter respirare dopo molto tempo. Eppure c'era, giustamente, anche un Dio.
                                              
Devo dire che forse molto ha influito un certo evento della mia vita, eppure finalmente dopo molto tempo ho iniziato a vedere questo Dio, il mio amatissimo Dio, sotto una certa luce.
Devo dire però che ci sono state un sacco di coincidenze, di sensazioni, di indizi che me lo hanno fatto sentire vicino e presente come non era mai successo. Solo che dovevo combattere ancora con la mia vecchia immagine di dio cristiano, che per me tutto era ma di certo non benevolo (soprattutto per una come me che prende seriamente il discorso della responsabilità personale e di conseguenza i peccati). Ho dovuto riflette sul Dio, sulla sua natura di Figlio, di Sposo e di Padre. Ho dovuto capire come si stava mostrando a me, quale aspetto era giusto che conoscessi in questo periodo. Ho visto nascere in me, e tutto intorno a me la giusta armonia, ho visto innescarsi quella scintilla per un giusto rapporto con Lui. 
Per il momento non riuscirei a vedere il Dio nel suo aspetto di Padre, né in quello di Figlio, e credo che sia giusto seguire quello che sento e quello che mi è stato "mostrato". A molti queste parole sembreranno frutto di un invasata o, come accade molto tristemente oggi, di una sorta di copia delle millemia FINTE figlie di Odino (ovviamente chi segue con pazienza, forza e passione Odino sa che non mi sto riferendo minimamente a loro).

Apro una piccolissima parentesi sull'argomento: io non seguo il movimento eteno, non mi sento pronta ad approfondire alcun pantheon, mi dedico unicamente al Dio e alla Dea e li considero in tutti i loro aspetti. Odino è il dio che più sento lontano, ma da sempre. Rispetto ogni divinità, in modo troppo profondo e proprio per questo non mi sognerei mai di fingere. Fortunatamente io so di non essere in concorrenza con nessuno e quindi scrivo solo ciò che provo e ciò che so del mio essere una strega che convive con una quotidiana scoperta del divino. Molte ragazze però, noto con profondo dispiacere, si lasciano trasportare da una sorta di febbre da poser e quindi senza nemmeno un mese di ricerche nel campo immenso della scoperta personale della spiritualità, si imbarcano in imprese ardue come quella di seguire un pantheon. Io davvero sono l'ultima persona sul pianeta che potrebbe dare consigli sulle divinità norrene (per questo posso caldamente consigliare a tutti il blog di Jarl Halfdan Fjallarsson ), ma di certo so cosa sia il buonsenso, e so che la finzione non esiste con gli dei, e purtroppo credo che molte di queste persone che fingono lo capiranno in modi non molto piacevoli. Lo dico sempre, ma non è mai abbastanza: come la legge, la religione non ammette ignoranza. 
Quindi per finire: accusatemi di tutto, anche di avere le visioni o di essere pazza, ma non scambiatemi con una di quelle ragazze che dicono di essere delle dee incarnate che hanno quasi regolarmente rapporti di ogni genere con un o l'latra divinità. Già per me è difficile credere anche ad una farfalla che mi passa vicina in un determinato istante, pensare se mi metto a sparare baggianate tanto per fare scena.

Oggi è il solstizio d'inverno, oggi è Yule, oggi il nostro Dio nasce, E userò questo sabba per scoprire, contemplare, dedicare tutto a lui. 
Non farò una scheda informativa su Yule, come avevo in progetto di fare. Posterò, in giornata spero, soltanto qualcuna delle iniziative che vorrei portare a termine (se ci riesco). Vi lascio solo qualche consiglio per celebrare Yule che ho trovato nel mio BoS (e che sicuramente vengono per buona parte dal forum di SdA ehehe).



Nessun commento: